Io sono Tu (ita) / ICH BIN DU



Valeria Sanguini: "Io sono Tu nasce dal desiderio di individuare, per poi condividere, dei passaggi del mio processo creativo che mettono in atto dinamiche che sovvertano consuetudini comportamentali e favoriscono l'incontro, usando il linguaggio del disegno inteso come percorso possibile, spesso procedendo intorno o insieme ad una linea. Susanne Rieper mi accompagna in questo progetto che si evolve in un dialogo costante dal 2014."
 
Susanne Rieper: “Il dialogo con Valeria Sanguini mi permette di approfondire il mio discorso. Nel linguaggio visivo di Valeria Sanguini, estratto dalla sua pittura ed utilizzato negli interventi artistici partecipativi, ritrovo i miei rudimenti. Tramite il linguaggio visivo di Valeria Sanguini riesco a trascendere la parola scritta e il linguaggio orale incidendo nel mio discorso con un'energia più delicata, più fluida, più poetica.”


Siamo fatti di colore realizzato da Valeria Sanguini con gli allievi della scuola Karl-Weise a Neukölln, Berlino in maggio 2013 in collaborazione con Young Arts NK

 · una distinta carnagione altro non è che una diversa proporzione degli stessi colori bianco, rosso, giallo e blu, realizzato in un’animazione con la plastilina



· l’audio delle animazioni è un montaggio delle voci degli allievi alterate dall’inalazione del gas elio
                                        https://www.youtube.com/watch?v=ureP_eyihg4
Noi siamo Lampedusa realizzato con gli allievi della scuola Karl-Weise a Neukölln, Berlino in febbraio 2014 in collaborazione con Young Arts NK

· si trattava di un laboratorio sul valore dell'essere umano mettendo a confronto i corpi dei Bronzi di Riace e quelli degli migranti che attraversano il Mediterraneo
                                                                                




















· il laboratorio si è concluso in una processione nelle strade del quartiere di Neukölln portando le figure dei Bronzi di Riace in rete metallica scandendo lo slogan „Siamo contro il muro nel mediterraneo“


I tuoi occhi o i miei realizzato con passanti durante il festival d’arte 48 Stunden Neukölln in giugno 2014 sul marciapiede in fronte al Kamo Atelier

                                                                           

 


· i passanti erano invitati ad inginocchiarsi di fronte all’altro ed a guardarsi negli occhi attraverso una finestra mentre si disegnavano reciprocamente




FRAGILE realizzato con visitatori del festival d’arte 48 Stunden Neukölln in giugno 2014 nel Kamo Atelier
· installazione dei Bronzi di Riace realizzati in rete che galleggiano sospesi, l’ombra dei loro corpi proiettata al muro

                                                                         

· i visitatori erano invitati ad entrare nelle trame del corpo seguendone le linee a matita, disegnandole sui muri
7 km_La Tenda realizzato con la popolazione di Riace, Calabria in settembre 2014 in collaborazione con Città Futura, associazione che ospita migranti nelle case sfitte del paese
· partendo dal Palazzo Pinnarò, sede di Città Futura, nel paese è stato tracciato il disegno di una tenda con fili di raso colorati attraversando strade, appartamenti, tetti, case disabitate, giardini e balconi

                                                                                 



· i fili sono stati lanciati, tirati, snodati e passati da un partecipante all’altro
· l’intervento artistico è stato presentato alla Sammlung Hoffmann a Berlino a marzo 2015

Biografie:

Valeria Sanguini è nata ad Addis Abeba nel 1973. Vive e lavora a Berlino dal 2007. Frequenta l'Accademia di Belle Arti di Roma, dove si diploma in Pittura nel 2001 dopo aver conseguito un diploma di studi superiori D.E.U.G. in Sociologia alla Sorbona di Parigi. Avrà l'occasione di lavorare da assistente per alcuni artisti tra i quali Sol Lewitt per la realizzazione di Wall Drawings al Palazzo delle esposizioni di Roma e Ludwig Ehrler per l'installazione Verlängerte frohe Zukunft alla Staatliche Galerie Moritzburg di Halle Saale in Germania e di consolidare un suo corso di disegno e pittura per ragazzi all'associazione Culturale la Porta Blu da lei fondata con Alberto Parres. Seguirà il Corso superiore alla Fondazione Ratti di Como con Marina Abramovic e comincierà a partecipare a numerose mostre collettive e selezioni tra le quali alla Fondazione Olivetti a Roma e alla Galleria Farini a Milano e al Museo Civico A. Olmo di Savigliano. Le sue prime personali a Rialto Sant'Ambrogio, alla Soligo art project a Roma. Estende la sua attività didattica anche ambito museale come in occasione del laboratorio realizzato per Zetema in occasione della mostra Marmi colorati ai Mercati di Traiano a Roma. Viene invitata per una residenza al Künstlerhaus Schloss Wiepersdorf e nel 2007 si trasferisce a Berlino dove espone alla Factory-Berlin e al SudOst Kultur Institut Berlino e partecipa a numerose collettive. Comincia a lavorare alla Collezione Hoffmann e nel 2013 organizzarà nella stessa sede, Flex, uno spazio espositivo insieme ad altri docenti. Svolge numerosi laboratori nel suo studio in collaborazione con Young Arts NK e la scuola Karl-Weise. Ottiene nel 2014 un diploma in formazione culturale al C&Q nell'ambito del quale realizzerà il suo primo intervento artistico a Riace nell'estate del 2014. Sanguini svilupperà negli anni un discorso artistico che parte e torna sempre alla pittura, passando da azioni, sculture, oggetti centrato sulla problematica della definizione del corpo e della sua identità nell'assenza di coordinate.

Susanne Rieper, nata nel 1983, cresciuta in Alto Adige, in seguito ai suoi studi di Storia presso l'Università di Vienna si occupa di migrazione. Nell’ambito di lavori scientifici-teorici ha fatto ricerca sulla migrazione irregolare di tunisine/i in Italia. Ha presentato i suoi lavori durante conferenze e letture alle università di Pola, Nizza, Tunisi, Vienna e Innsbruck. Susanne Rieper ha partecipato a discussioni sul tema della migrazione allo Schauspiel Leipzig e in varie occasioni in Alto Adige. Inoltre, ha fatto uno studio sui migranti minori non accompagnati in collaborazione con il ricercatore sulla migrazione Heinz Fronek, l'Agenzia dell'Unione europea per i diritti fondamentali (FRA) e l'associazione internazionale per la migrazione (IOM) di Vienna. Al Goethe-Institut di Beirut ha svolto una ricerca sulla migrazione dal Libano in Germania. Ha lavorato nell'ambito sociale presso la Volkshilfe a Vienna e alla Notunterkunft Jahnsporthalle a Berlino. Attualmente Susanne Rieper vive a Berlino.